Squilibri

Leggo per legittima difesa. E per trovare domande

Lontanando

[…] Un canto che s’udia per li sentieri
Lontanando morire a poco a poco,
Già similmente mi stringeva il core.

“Leopardi inventa un verbo che è un capolavoro: lontanare; cioè da un avverbio trae una forma indefinita, perenne: lontanando.

Non è allontanandosi, che significa: separandosi, andando lontano; no, no, non c’è l’ad di un posto qualunque a cui tendere; è lontanando, cioè continuando ad andar lontano.

Non una cosa persa, finalmente persa e dimenticata, ma qualcosa lasciata di continuo, ogni ora, ogni giorno e sentita nella consunzione di un canto: io vedo l’artigiano che si mischia alla sera, si perde all’orizzonte, e il suo canto prosegue, si attenua, si affievolisce, sembra sparire, ma è lì, germina e s’allunga, si rituffa in sé ed è ancora lì, non ti libera, non ti lascia respiro, non finisce mai, mai di morire”.

(Roberto Vecchioni, da Le parole non le portano le cicogne)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 11 febbraio 2005 da in Giacomo Leopardi, Roberto Vecchioni con tag , .

Sto leggendo (o rispolverando)

I libri che ho appena letto:
Stefania's book list (read shelf)

Inserire il proprio indirizzo email per iscriversi a questo blog ed essere avvisati via mail della pubblicazione di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 114 follower

Pagine sfogliate da

  • 147,043 lettori squilibrati

Tanto per contare…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: