Squilibri

Leggo per legittima difesa. E per trovare domande

Notti di memoria

Ricordi e piccoli quadri di vita.
Tutta la vita possibile, a fermare con la parola il suo fluire e il tempo.
Questo è ciò che si dipana sul filo del racconto di Massimiliano nelle Notti fiorentine.

Un filo fatto di memoria pazientemente riavvolto sulle tracce sfocate dell’infanzia, quelle più nitide degli incontri recenti, della musica, del sogno, “nel bizzarro modo onirico di quella scuola romantica dove trascorsi gli anni più piacevoli della mia giovinezza e in cui alla fine presi a legnate il maestro”.

Massimiliano attraversa le notti di Maria, sua amica, ammalata di tisi e di rassegnazione tra la veglia e il sonno, ricorda e racconta occhi negli occhi, tace e osserva l’abbandono sfinito del corpo addormentato, vorrebbe fissare il tempo della vita nella maschera della morte, negare il commiato che annuncia il lungo viaggio.

Sarà lui, al termine del racconto, a congedarsi per primo, a lasciare la stanza e l’amica, in silenzio.

Desidererei conservare un calco del volto della nostra amica – bisbigliò Massimiliano all’orecchio del dottore. – Anche da morta sarà molto bella».
«Non glielo consiglio – rispose il dottore – Tali maschere ci rovinano il ricordo dei nostri cari. Noi crediamo che nel gesso sia rimasto ancora qualcosa della loro vita, mentre ciò che abbiamo conservato lì dentro è in realtà la morte stessa.
[…] Un certo comune lineamento misterioso, che a guardarli a lungo trasmette al nostro cuore un insopportabile brivido, è comunque presente in tutti questi volti di gesso. Tutti hanno l’aspetto di un essere umano, che stia per iniziare un viaggio molto doloroso».
«Per dove?» chiese Massimiliano, mentre il dottore lo prendeva per un braccio e lo accompagnava fuori dalla stanza.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18 settembre 2005 da in Heinrich Heine con tag .

Sto leggendo (o rispolverando)

I libri che ho appena letto:
Stefania's book list (read shelf)

Inserire il proprio indirizzo email per iscriversi a questo blog ed essere avvisati via mail della pubblicazione di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 114 follower

Pagine sfogliate da

  • 147,043 lettori squilibrati

Tanto per contare…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: