Squilibri

Leggo per legittima difesa. E per trovare domande

Una storia per quattro

Grande abbuffata via internet, addirittura con la possibilità di leggere e assaggiare online, e silenzio stampa, tranne un piccolo e prezioso appuntamento per gli affezionati.
Con questa politica ha fatto irruzione Questa storia e – forse – si ritorna ai bei tempi di Oceano Mare e Castelli di rabbia. È troppo presto per assimilarlo, troppo fresco di clamori, lanci pubblicitari, cambio di scuderia, ma confesso che mi convince.

E mi è piaciuta anche l’idea delle quattro copertine diverse, ognuna corrispondente ad un momento saliente della storia, ognuna accompagnata da una citazione, alla maniera consueta di Baricco.
Ho scelto la seconda (per i colori) ma la frase associata alla quarta è forse la più suggestiva. Questa invenzione potrebbe addirittura innescare un paradossale effetto-collezione, ma è una trovata straordinaria e sovversiva, se pensiamo a cosa significhi – per un libro – il legame con la sua copertina: una, assolutamente originale, distinguibile e al riparo da possibili confusioni.

Invece, così, questa storia e questo libro si stemperano insieme alla sacralità irriproducibile dell’esemplare unico per approdare ai gusti e alle sensibilità più vicine ai lettori.
Non bastasse lo stile, il genio e la sregolatezza di un’impaginazione non canonica, a volte irritante per i suoi detrattori e per chi ravvisi in lui la spocchia narcisistica di chi è ben conscio delle sue capacità e te lo viene a dire. Dicendoti – ad esempio – che con questo libro ha inteso «ridare ordine al caos».

Ma niente da fare: la sua scrittura è inattaccabile, e non solo sul piano formale. Resta profondamente evocativa, come una musica, soffusa della luce bianca e polverosa che il tempo e le vite spargono sulle cose, distillata su un immaginario che erompe in modo così potente da scorrere sotto i nostri occhi come il film che ancora non c’è, ma che un giorno… chissà.

Le malelingue, ancora una volta, racconteranno la favola della volpe e l’uva (e a me anche quest’infatuazione passerà, forse).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 22 novembre 2005 da in Alessandro Baricco con tag .

Sto leggendo (o rispolverando)

I libri che ho appena letto:
Stefania's book list (read shelf)

Inserire il proprio indirizzo email per iscriversi a questo blog ed essere avvisati via mail della pubblicazione di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 113 follower

Pagine sfogliate da

  • 148,879 lettori squilibrati

Tanto per contare…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: