Squilibri

Leggo per legittima difesa. E per trovare domande

Mare d’inganni

È una notte buia e tempestosa quando Inga Andersson grida per tre volte nelle tenebre. Lei, donna affascinante e solitaria, ricercatrice di criminologia, nasconde un segreto che la porterà ad inciampare in inenarrabili ulteriori segreti, mentre la finzione letteraria – paradossalmente – diventa la via verso quel vero continuamente dissimulato e immaginato.

Un libro che è una danza serrata tra realtà e menzogna orchestrata dall’azione, dal colpo di scena, dalla suspance. Una confusione alimentata abilmente dalla presenza – nel racconto – dell’autore stesso sotto mentite spoglie (e riferimenti biografici credibili), alla ricerca della protagonista del suo libro, lo stesso che già si dipana tra le nostre mani e sotto i nostri occhi e che lui – in quel momento – sta ancora pensando.

Mentre la terra è culla torbida di ogni ambiguità e il mare testimone muto su cui disperdere le ceneri di un passato da dimenticare, silenziosa risposta – effimera e mai definitiva – al bisogno di libertà e di fuga che si apre fino all’ultima volta che vediamo Inga, di fronte all’oceano, a Finisterre, dove la terra finisce e la morte è in agguato.

Il mare. Ancora una volta protagonista assoluto della scrittura di Larsson, la cui essenza coincide con la letteratura e le sue funzioni: la libertà, quella esistenziale e pericolosamente sovversiva, quella che permette di immaginare che le cose non necessariamente aderiscano alla realtà e all’ordine costituito.

Quella libertà che per Larsson è una barca pronta a partire senza nessuno che ci aspetti al di là del mare e nessuno che si dolga perché partiamo. La libertà dell’affascinante capitano Marcel, quella il cui prezzo è la solitudine nel momento in cui incontra la vita quotidiana e s’impiglia nella sua fitta rete di affetti e relazioni.

Un marinaio dev’essere qualcuno che si sogna» aveva detto «non un ricordo…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 2 dicembre 2005 da in Björn Larsson con tag .

Sto leggendo (o rispolverando)

I libri che ho appena letto:
Stefania's book list (read shelf)

Inserire il proprio indirizzo email per iscriversi a questo blog ed essere avvisati via mail della pubblicazione di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 113 follower

Pagine sfogliate da

  • 148,879 lettori squilibrati

Tanto per contare…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: