Squilibri

Leggo per legittima difesa. E per trovare domande

Per voce sola

Della voce di Clizia dagli “occhi di ghiaccio” non conosciamo né la profondità né l’estensione, né ci è dato di cogliere se non il riflesso della sua vibrazione che rimbalza lungo l’arco di tutta una vita. Quella di Eugenio Montale.

Tutta la sua leggenda passa attraverso il poeta e i suoi versi, spesso oscuri e allusivi, nasce nello spazio angusto abitato dall’uomo assediato dalla noluntas di scegliere, fiorisce in un carteggio appassionato e monco concimato dalla debolezza di un uomo che si nasconde.

Ancora un canzoniere (quello inedito riemerso dal fondo Scheiwiller), ancora versi, ancora amore, e poi tormento, segreti, promesse non mantenute, sogni disattesi. La Musa per la quale il poeta si ciba di nuvole e lontananza, arpeggi di un “angelo visitatore” che vibrano ben oltre la storia ed il mancato lieto fine.

Quella di Clizia è la forza dell’Assente, costellazione indispensabile all’universo di ogni poeta.


Eugenio Montale
Lettere a Clizia
Mondadori, Milano 2006

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 3 luglio 2006 da in Eugenio Montale con tag , .

Sto leggendo (o rispolverando)

I libri che ho appena letto:
Stefania's book list (read shelf)

Inserire il proprio indirizzo email per iscriversi a questo blog ed essere avvisati via mail della pubblicazione di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 114 follower

Pagine sfogliate da

  • 147,324 lettori squilibrati

Tanto per contare…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: