Squilibri

Leggo per legittima difesa. E per trovare domande

Je est un autre

Avevo (e forse ho o avrei ancora) un quaderno appartato in un angolo di questo universo, una successione di monologhi e di specchi in cui ritrovarmi – solitaria ma non sola – quando le parole premevano sulla vita e si incrostavano sul cuore. Pagine di domande e tentativi di ricomporre lacerazioni, fratture, schegge, colloqui amorevoli con interlocutori assenti o perduti, sentieri di affetti necessari da percorrere allineando i passi e misurando le distanze. Su quelle tracce avevo condotto pochissimi sguardi che mi facevano compagnia silenziosa ritornando per coincidenza o desiderio. In quelle stanze abbandonavo messaggi in bottiglia, perdevo appunti e apparecchiavo ogni giorno nuovi cibi per l’anima e per chiunque avesse voluto condividerli con me.

Avevo (e forse avrei ancora) uno spazio per scrivere il tempo graffiato e dolce dei ricordi, ma ho dovuto precipitosamente cancellarlo, seppellito sotto cumuli di sabbia, soffocato dal vento rabbioso della mia incapacità di capire come si possa appropriarsi impunemente delle parole e della vita degli altri, facendone un nuovo quaderno e una nuova e sconosciuta identità. Scoprirlo è come tornare a casa e trovarla devastata. Si resta nudi, senza voce e senza parole, senza il coraggio e la forza di toccare i relitti né di calcare il suolo sporcato dal passaggio estraneo e furtivo. Senza la libertà della fiducia e dell’abbandono.

Avevo tutto questo (e forse non ho più). Mi accorgo, ora, che quando si volta pagina o si chiude un libro tutto ciò che vi era dentro è perduto, che lo sguardo – per quanto mi sforzi – vi scivola sopra senza riconoscerne l’alfabeto. Con infinita tristezza prendo atto che i volti e i profumi che vi avevo racchiuso sfumano e svaporano al primo tentativo di reclamarne l’appartenenza. E questo è uno dei peggiori regali che la Rete – nelle sue infinite possibilità – possa fare a chi vi scrive.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 18 giugno 2007 da in Senza categoria con tag .

Sto leggendo (o rispolverando)

I libri che ho appena letto:
Stefania's book list (read shelf)

Inserire il proprio indirizzo email per iscriversi a questo blog ed essere avvisati via mail della pubblicazione di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 114 follower

Pagine sfogliate da

  • 147,324 lettori squilibrati

Tanto per contare…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: