Squilibri

Leggo per legittima difesa. E per trovare domande

“E ancora continua a vibrare…”

Ci eravamo fatti dono dell’innocenza, che ha bruciato a lungo soltanto dei nostri corpi, e i nostri passi andavano nudi nell’erba immemore, eravamo l’illusione che chiamano ricordo.

Certi versi abitano una tebaide scritta da una natura primordiale e costellata di pietre, dove la presenza degli elementi e l’essenzialità del lessico generano il respiro del mondo.

Vi sono pietre dappertutto in questi versi di Bonnefoy. Dure, preziose, opache, impenetrabili, sulle quali scivola impietosamente l’arbitrio di ogni rappresentazione: che l’eternità passi attraverso lo stupore rappreso negli occhi dell’infanzia, quando le cose nascono per la prima volta, innocenti e reali, ad ogni sogno.

Da quel primo mattino del mondo le parole sono pietre scivolate dalle mani di Dio e raccolte dallo sguardo di un bambino.

I libri, quel che lacerò,
la pagina devastata, ma la luce
sulla pagina, l’accrescersi della luce,
capì che ridiventava la pagina bianca.

Uscì. La figura del mondo, lacerata,
gli apparve di una bellezza diversa, più umana.
La mano del cielo cercava la sua mano tra le ombre,
la pietra, dove vedete che il suo nome si cancella,
si socchiudeva, diveniva una parola.

 


Yves Bonnefoy
Le assi curve
Mondadori, Milano 2007

Annunci

9 commenti su ““E ancora continua a vibrare…”

  1. marzia
    11 dicembre 2007

    Stefania, intuisco che ti hanno preso molto i versi della Bonnefoy…e come posso darti torto..

  2. Stefania Mola
    11 dicembre 2007

    Eh… l’ho sempre apprezzato come saggista, ma da poeta è ugualmente un grande, accidenti! 🙂

    Bonne nuit. A proposito: mi manderesti in privato il tuo indirizzo, insomma, un domicilio presso cui poter ricevere posta? 😀

  3. colfavoredellenebbie
    11 dicembre 2007

    (sto aspettando la pubblicazione del volume con tutte le sue poesie; questo nastro stretto fra illusione e ricordo fa sanguinare)

    un saluto
    z.

  4. marzia
    11 dicembre 2007

    Mistero..
    Certamente Stefania.
    🙂
    Ma perchè ritenevo donna Yves Bonnefoy? 🙂

  5. marzia
    11 dicembre 2007

    Mi sorge un dubbio: ci sarà una quasi omonima nella letteratura contemporanea?

  6. marzia
    11 dicembre 2007

    Per te..
    Cosa ti manca, voce che rinasci, prossima al suolo come la linfa
    dell’olivo che ghiacciò l’inverno scorso?
    Il tempo divino che occorre per riempire questo vaso,
    sì, nient’altro che amare questo tempo deserto e pieno di luce.
    La pazienza per far vivere un fuoco sotto un cielo fugace,
    l’attesa comune di un vino nero,
    l’oro delle arcate aperte quando il vento
    ha ombre che battono sulle tue mani pensose

    da: “L’uva di Zeusi” di Yves Bonnefoy

  7. Stefania Mola
    11 dicembre 2007

    Zena, non vedrei parole migliori di quelle che hai usato tu. :-*

    Marzia, non mi viene in mente nessuna Bonnefoy, donna intendo. :-/ Quanto all’Uva di Zeusigrazie!, scelta impeccabile, madame! Commossa, mi ritiro. 😆

  8. lino
    14 dicembre 2007

    molto bello come è scritto..ciau

  9. Stefania Mola
    14 dicembre 2007

    Lino,
    benvenuto qui.
    Anche per te non dovrebbero esserci problemi ad entrare in questo mio clone fatto apposta per gli amici in difficoltà, o no?

    🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 10 dicembre 2007 da in Yves Bonnefoy con tag , .

Sto leggendo (o rispolverando)

I libri che ho appena letto:
Stefania's book list (read shelf)

Inserire il proprio indirizzo email per iscriversi a questo blog ed essere avvisati via mail della pubblicazione di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 114 follower

Pagine sfogliate da

  • 147,759 lettori squilibrati

Tanto per contare…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: