Squilibri

Leggo per legittima difesa. E per trovare domande

Terr[a]mare

Miró: la terra

Ferrara, Palazzo dei Diamanti

17 febbraio – 25 maggio 2008

«In una delle prime lettere che sono giunte sino a noi, Miró descriveva la propria visione del paesaggio mediterraneo. Raccontando le proprie esperienze nel villaggio di Caldetas sulla costa catalana, scriveva con nostalgia al pittore di Mallorca Bartomeu Ferrà: “Sono stato davvero bene in questo villaggio, sensualmente baciato dal mare, cullato sotto la volta del cielo più azzurro, reso fertile da una luce particolarmente intensa. Ho vissuto il ritmo delle onde…”. Miró esprimeva la propria viscerale identificazione con il paesaggio catalano in termini di uno scambio poetico tra uomo e natura, descrivendo l’azione della luce mediterranea che illuminava lo smalto e la pietra del villaggio. […]

Più che espressione romanticizzata di un panteismo comune, l’idea del mediterraneo costantemente evocata da Miró era posta in relazione ad un’implicita presenza umana e la sua concezione si situava all’interno di un quadro più ampio di cultura e civiltà. I suoi paesaggi con villaggi in lontananza, campi arati, sentieri di campagna, ponti, chiese e case propongono una specifica visione della natura come fondamento della cultura, considerata la base dell’unità nazionale.

In quest’ottica, i primi paesaggi di Miró e le sue descrizioni di Caldetas si inseriscono nell’ambito di uno stesso discorso, giacché l’idea di Mediterraneo è connessa all’affermazione simbolica di un’eredità culturale comune. Per la generazione di Miró, questo rapporto tra terra e identità nazionale si cristallizzava in una serie di posizioni ideologiche distinte che trovavano espressione nella critica culturale».

(R.S. Lubar, Il Mediterraneo di Miró)

Annunci

9 commenti su “Terr[a]mare

  1. lino
    18 febbraio 2008

    grazie, stefania
    magari vado a ferrara

  2. Angela
    18 febbraio 2008

    Buono a sapersi.
    La prossima settimana vado a Padova e – ora che lo so – sicuramente, vado a Ferrara a vedermi la mostra.
    grazie

  3. Stefania Mola
    20 febbraio 2008

    E dovrei invidiarvi… sì. 😡
    Ciao Lino, benvenuta Angela. 😀

  4. Marzia
    20 febbraio 2008

    Ciao Stefania, Ma lo sai che Mirò mi riesce difficile…
    Eppure il suo paesaggio non dovrebbe essermi del tutto estraneo. 🙂

  5. Julia
    21 febbraio 2008

    Ciao. Arrivo qui da Montgolfier passando per Fulmini… Il tuo post mi ha ricordato un libro finito da poco “Lo sguardo escluso” di Giorgio Bertone e la sua idea di paesaggio nella letteratura occidentale. Un libro che mi ha dato molti spunti di riflessione non solo sulla letteratura ma anche sull’arte. Ho trovato diverse affinità nel tuo blog.. tornerò.
    Buona serata
    Julia

  6. Stefania Mola
    22 febbraio 2008

    Marzia
    È un paesaggio (interiore e di radici) fatto di contrasti; un temperamento giocoso ma anche tormentato, un immaginario di forme ma anche di sogni ed evocazioni. Ci sono amarezze e tragedie (anche) dietro tutti quei colori. Ma ci sono sempre il mare, il cielo e la luce della Catalogna e del Mediterraneo.

    Julia
    Sono contenta che tu sia arrivata fin qui. 😀
    E sai? Quel libro di Bertone è nella mia lista dei desideri. Un acquisto prossimo, direi imminente, che mi ha tentato subito, da quando ne ho letto qualcosa in giro. Mi farà piacere se tornerai, grazie.

  7. mymedium
    26 febbraio 2008

    Un motivo in più per visitare Ferrara… meta che immagino da tempo… a volte si trascurano quelle più vicine a noi!
    Un saluto caro.
    Simona

  8. Stefania Mola
    28 febbraio 2008

    Simona!
    Non mi resta che farti gli auguri anche qui, per il tuo nuovo e impegnativo “quaderno”. Ti seguo anche via feed, così non perdo i tuoi movimenti… 😀

  9. Patrizia
    1 marzo 2008

    Cara Stefania,
    spero che vada un po’ meglio.
    Patrizia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 17 febbraio 2008 da in Joan Miró, R.S. Lubar con tag , .

Sto leggendo (o rispolverando)

I libri che ho appena letto:
Stefania's book list (read shelf)

Inserire il proprio indirizzo email per iscriversi a questo blog ed essere avvisati via mail della pubblicazione di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 114 follower

Pagine sfogliate da

  • 147,759 lettori squilibrati

Tanto per contare…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: