Squilibri

Leggo per legittima difesa. E per trovare domande

How long

big_wolfganglaibfondazionem

Wolfgang Laib

Torino, Fondazione Merz

9 aprile – 7 giugno 2009

“Per anni non ho avuto uno studio. Raccoglievo il polline dall’inizio della primavera fino ad agosto-settembre e poi, in autunno inoltrato, cominciavo ad essere davvero libero, non essendo legato ad alcuno spazio. Il mio studio era lì dove raccoglievo il mio polline“.

Quanto tempo richiedono centinaia di piccole montagne di riso e una linea di piramidine di polline, una materia fluttuante, provvisoria, lieve, una materia che l’artista non crea, naturale eppure fuori della natura? Tanto tempo e pazienza. Una liturgia di gesti. E mani che reinterpretino le forme e ridistribuiscano le sequenze, scrivendo brani di tempo e di spazio nuovi. E riso che non sia più cibo per il corpo ma qualcosa che appartiene all’armonia dell’universo e delle sue leggi.


Che cosa sarebbe la virtù senza la pazienza? Soltanto buon carattere. Ma in un certo campo di attività questo non basta e non rende. Può addirittura essere letale. Un certo campo di attività richiede pazienza, un mucchio di pazienza. Forse perché è l’unica virtù facilmente riconoscibile in un certo campo di attività, quelli che vi lavorano coltivano la pazienza in tutti i modi possibili, ossessivamente.

(Iosif Brodskij, Profilo di Clio)

Advertisements

4 commenti su “How long

  1. ange
    13 aprile 2009

    La pazienza (dicono che sia la mia “cifra”) fa il paio con la fiducia. E’ vero 🙂
    Bacione

  2. Stefania Mola
    14 aprile 2009

    Io devo averla imparata (volente o nolente). Cominciando a ignorare il suo risvolto etimologico “passivo” e concentrandomi sul beneficio dell’azione, del perseverare, dell’ad-tendere. Mi sa che siamo a buon punto sulla via della santità… (non c’è scelta) 😀

    Un bacione a te

  3. Andrea
    16 aprile 2009

    Santa Pazienza, Madre Attesa di Calcutta, aiutateci ad attendere infinitamente.
    Strano rileggere dopo tanto. Un saluto!

  4. Stefania Mola
    22 aprile 2009

    Ohohoh, ben ritrovato!
    Vedo che la tua verve gode di ottima salute. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 9 aprile 2009 da in Iosif Brodskij, Wolfgang Laib con tag , .

Sto leggendo (o rispolverando)

I libri che ho appena letto:
Stefania's book list (read shelf)

Inserire il proprio indirizzo email per iscriversi a questo blog ed essere avvisati via mail della pubblicazione di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 116 follower

Pagine sfogliate da

  • 145,588 lettori squilibrati

Tanto per contare…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: