Squilibri

Leggo per legittima difesa. E per trovare domande

Restare di sasso (o delle occasioni mancate)

Nonostante un proverbio africano affermi che «Il cuoco paziente sa fare il brodo anche con un sasso», questa fiaba lascia con un palmo di naso. E fa riflettere gli adulti come poche altre. Mentre i bambini si disperano.

Rimando alla lettura che ne fece Mauro Covacich un paio di mesi fa per il «Corsera»: e mentre lui parlava di “istinto”, io pensavo ugualmente al nostro personalissimo “nocciolo duro”, alla parte più vera della nostra natura, quella non addomesticabile nonostante tutto. Poi ho pensato al cuore.

Disperandomi come un bambino.

Era qui che doveva accadere, in questa storia. Invece il lupo se n’è andato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Informazione

Questa voce è stata pubblicata il 5 agosto 2018 da in Anaïs Vaugelade, Mauro Covacich con tag , .

Sto leggendo (o rispolverando)

I libri che ho appena letto:
Stefania's book list (read shelf)

Inserire il proprio indirizzo email per iscriversi a questo blog ed essere avvisati via mail della pubblicazione di nuovi articoli.

Segui assieme ad altri 118 follower

Pagine sfogliate da

  • 159.091 lettori squilibrati

Tanto per contare…

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: